Modena, 15 ottobre 2020. “Il Perturbante nell’arte moderna e nella realtà di oggi”

Il giorno 15 ottobre 2020 si terrà a Modena, con il coordinamento di Dante Comelli, il secondo incontro dell’anno 2020 del Gruppo di Studio e di Lettura. L’incontro sarà introdotto da un intervento di Dante Comelli sul tema “Il Perturbante nell’arte contemporanea e nella realtà di oggi”. Il programma 2019 del Gruppo di Studio e di Lettura tratta il tema :“Il Perturbante nella scena contemporanea. La categoria del perturbante come strumento per leggere le trasformazioni in atto nella società contemporanea”.  Nella primavera dell’anno 1919, Sigmund Freud interrompe la stesura del fondamentale saggio “Aldilà del principio di piacere” per dedicarsi alla ripresa di un vecchio manoscritto abbandonato da quasi un decennio e, nel giro di poche settimane, “Il Perturbante” è pronto per essere dato alle stampe. Dopo Freud i temi de “Il Perturbante” vengono ripresi, tra gli altri, da Klein, Bion, Winnicott. Ma non sono solo gli psicoanalisti ad occuparsi di ciò che è perturbante. I temi del “Perturbante” sono trattati in letteratura, cinema, fotografia, architettura, robotica, …. .  Filo conduttore della riflessione sul tema del Perturbante sarà il testo di Angelo Antonio Moroni, dal titolo “Sul Perturbante. Attualità e trasformazioni di un’idea freudiana nella società e nella clinica psicoanalitica di oggi” (Ed. Mimesis, 2019) Verrà fornita ai partecipanti una bibliografia essenziale di riferimento e di volta in volta saranno indicati alcuni articoli scelti tra quelli indicati. In preparazione di ogni incontro è consigliata la lettura dei testi indicati (mediamente 40-60 pagine per incontro). Ogni incontro si apre con un’introduzione del coordinatore e/o di membri del gruppo concernente il tema del giorno. Gli incontri hanno la durata di due ore e si svolgono di giovedì, dalle ore 17,00 alle ore 19,30 nelle...

Bologna, 10 ottobre 2020. Maurizio Balsamo ai “Seminari Internazionali” di Psicoterapia e Scienze Umane.

Maurizio Balsamo (Roma) interviene ai “Seminari internazionali” di Psicoterapia e Scienze Umane con una relazione dal titolo “Scomposizioni dell’identico: lavorare sulla coazione a ripetere”.  Il seminario si terrà a Bologna il 19 settembre 2020 con inizio alle ore 14,30 in sede da definire. “Scomposizioni dell’identico: lavorare sulla coazione a ripetere”. Come pensare la coazione a ripetere nello spazio della cura? Come aprire un varco nella ripetizione di eventi e situazioni che sembrano offrire una cieca resistenza a una possibile trasformazione delle modalità traumatiche di legame a cui il paziente sembra sottomesso? André Green aveva osservato, ne Il tempo in frantumi (2000) (Roma Borla, 2001), che l’apertura del processo della ripetizione può avere luogo (e in tal modo aprire al passaggio dall’oggetto traumatico alla ripetizione del gioco simbolizzante del rocchetto) allorché la ripetizione ha raggiunto una certa densità semantica e una potenzialità di “decondensazione”. Il che sembra presupporre che essa assume nel processo analitico un grado di complessità sempre maggiore, e che in questa complessità appare allora l’articolazione ad altri livelli di funzionamento, il rimando a reti simboliche passibili di entrare in connessione con una serie di eventi apparentemente unici, permettendo di intraprendere il lavoro di slegamento della coazione. Maurizio Balsamo è psichiatra, psicoanalista con funzioni di training della Società Psicoanalitica Italiana (SPI) e Maître de conférences-Direttore di ricerca all’Università Paris VII Denis Diderot.  È stato direttore della rivista interdisciplinare Psiche, edita da Il Mulino, e dal 2014 dirige la collana “Le vie della psicoanalisi” dell’editore FrancoAngeli. Si è occupato di epistemologia e storia della psicoanalisi (Freud et le destin, [Paris: PUF, 2000];André Green. Il potere creativo dell’inconscio [Milano: Feltrinelli, 2019]), delle psicosi (curando Momenti psicotici nella cura...

Bologna, 10 ottobre 2020. “Psicopatologia psicoanalitica dell’adolescenza”.

Sabato 10 ottobre: quinto incontro 2020 del Gruppo “Psicopatologia psicoanalitica dell’adolescenza”. Il Gruppo di Studio di “Psicopatologia psicoanalitica dell’adolescenza” è coordinato da Marianna Bolko ed attivo dal 1990. Di anno in anno approfondisce temi legati alla psicopatologia dell’adolescenza definendo ambiti di studio e discussione dei casi clinici. Il programma dettagliato viene programmato dai membri del gruppo. La metodologia di lavoro prevede la definizione della bibliografia di riferimento rispetto al piano di studio individuato, la presentazione a turno da parte dei partecipanti di una breve relazione introduttiva e la successiva discussione del gruppo. I partecipanti che lo richiedono possono concordare la discussione di casi clinici.  Il percorso di lavoro del gruppo si conclude in autunno con la organizzazione di un evento seminariale sul tema approfondito. La conferenza è gratuita e aperta al pubblico. Il tema di studio e ricerca per il 2020 è: “Rischio e tentativo di suicidio in adolescenza”. Gli incontri si svolgono nella giornata di sabato dalle 10.30 alle 12.30, prima dei Seminari Internazionali, a Bologna in sede da definire. Sarà possibile partecipare in presenza o da remoto. Per informazioni contattare la dr.ssa Marianna Bolko...

Modena, 6 ottobre 2020. “Seminari Clinici di Supervisione”.

Nell’ambito dell’iniziativa “Seminari Clinici di Supervisione” di Psicoterapia e Scienze Umane, coordinata da Daniele Vecchi, il giorno 6 ottobre 2020 (dalle ore 9,00 alle 12,00),si terrà a Modena un incontro di supervisione e discussione clinica.  Psicoterapia e Scienze Umane organizza a Modena, per l’anno 2020, un percorso formativo denominato Seminari Clinici di Supervisione  rivolto a psicoterapeuti, psichiatri, psicologi interessati ad approfondire i temi della clinica, della tecnica e della teoria della tecnica. Il percorso proposto rappresenta un contributo alla costruzione dell’identità terapeutica nella prospettiva della formazione permanente. L’approccio dei Seminari Clinici è orientato alla valorizzazione del confronto teorico-clinico tra posizioni diverse all’interno della psicoanalisi e tra sistemi clinico-concettuali differenti. L’iniziativa formativa consta di un ciclo di cinque incontri di supervisione e discussione clinica. La supervisione verte principalmente sulla relazione terapeutica, secondo una concezione psicodinamica della terapia. Gli incontri iniziano con la presentazione di un caso clinico. Il filo conduttore della supervisione è costituito dai movimenti transferali e controtransferali che si attivano nel gruppo. Di conseguenza il processo di supervisione tende a configurarsi come pratica di plurivisione e di parivisione. Per informazioni:...

Parma, 29 settembre 2020. “Seminari Clinici di Supervisione”.

Il giorno 29 settembre 2020, con il coordinamento di  Silvia Marchesini, a Parma si terrà un incontro di supervisione, nell’ambito dell’iniziativa “Seminari Clinici”. L’incontro avrà luogo dalle 10,30 alle 13,00 in video-collegamento e, possibilmente, in presenza. Psicoterapia e Scienze Umane organizza a Modena, a Bologna e a Parma, per l’anno 2020, un ciclo di incontri denominato Seminari Clinici di supervisione rivolto a psicoterapeuti, psichiatri, psicologi interessati ad approfondire i temi della clinica, della tecnica e della teoria della tecnica. Il percorso proposto rappresenta un contributo alla costruzione dell’identità terapeutica nella prospettiva della formazione culturale permanente. L’approccio dei Seminari Clinici è orientato alla valorizzazione del confronto teorico-clinico tra posizioni diverse all’interno della psicoanalisi e tra sistemi clinico-concettuali differenti. L’iniziativa formativa consta di un ciclo di cinque incontri di supervisione e discussione clinica. La supervisione verte principalmente sulla relazione terapeutica, secondo una concezione psicodinamica della terapia. Gli incontri iniziano con la presentazione di un caso clinico. Il filo conduttore della supervisione è costituito dai movimenti transferali e controtransferali che si attivano nel gruppo. Di conseguenza il processo di supervisione tende a configurarsi come pratica di plurivisione e di parivisione. Per informazioni contattare: Silvia...

Bologna, 19 settembre 2020. Gian Maria Galeazzi ai Seminari Internazionali di Psicoterapia e Scienze Umane.

Gian Maria Galeazzi (Modena) interviene ai “Seminari internazionali” di Psicoterapia e Scienze Umane con una relazione dal titolo “Mentalizzazione: teoria e applicazioni cliniche”.  Il seminario si terrà a Bologna il 19 settembre 2020 con inizio alle ore 14,30 in sede da definire. “Mentalizzazione: teoria e applicazioni cliniche”. Ogni teoria della mente implica una ipotesi sulla capacità di comprendere il proprio comportamento e quello altrui come psicologicamente distinti e criticamente dipendenti dalla loro organizzazione in stati mentali intenzionali. Si può chiamare questa facoltà “mentalizzazione”, la funzione che permette di dar senso a pensieri, credenze, desideri ed emozioni propri e altrui. Si riconosce a Peter Fonagy e Anthony Bateman il merito di l’aver posto la mentalizzazione, il suo sviluppo, le sue disfunzioni e interventi per favorirne l’efficacia al centro di una interpretazione originale del disturbo di personalità borderline e di un tipo di psicoterapia, Mentalization-Based Treatment (MBT), diretta ad affrontarne le difficoltà specifiche. Fin dall’inizio il modello teorico e la pratica terapeutica sono stati saldamente ancorati alla teoria dell’attaccamento e alle ricerche neurobiologiche. Il successo del modello ha fatto sì che, insieme al coinvolgimento crescente di ricercatori e terapeuti, siano progressivamente aumentati gli ambiti di elaborazione teorica e clinica: disturbo antisociale di personalità, somatizzazione, ADHD, disturbi della condotta alimentare, psicosi. Gian Maria Galeazzi, nato a Piacenza nel 1970, è medico, psichiatra, dottore di ricerca in Psicobiologia dell’Uomo. Dal 2013 è Professore Associato di Psichiatria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia (UNIMORE) ed è integrato per l’attività clinica come Direttore facente funzione dell’Unità Operativa Complessa Salute Mentale Adulti Universitaria del Dipartimento di Salute Mentale – Dipendenze Patologiche dell’AUSL di Modena. È presidente del Corso di laurea in...