Modena, 27 giugno 2019. “Gruppo di Studio e di Lettura”: Il mondo segreto delle fantasie sessuali.

Il giorno 27 giugno 2019 si terrà a Modena, con il coordinamento di Dante Comelli, il secondo incontro dell’anno 2019 del Gruppo di Studio e di Lettura. L’incontro sarà introdotto da un intervento di Dante Comelli sul tema “Le radici inconsce delle fantasie sessuali“. Il programma 2019 del Gruppo di Studio e di Lettura tratta il tema :“Il mondo segreto delle fantasie sessuali. Teoria e clinica”. Le fantasie sessuali originano da desideri infantili rimossi? Svolgono nell’economia psichica una funzione propria o sono necessariamente manifestazioni palesi la cui importanza consiste nell’essere indicatori di qualcos’altro? E infine, come lavorare con le fantasie sessuali in psicoterapia? Ci guiderà in questa esplorazione il lavoro di Michael Bader, psicoanalista di San Francisco (USA), con particolare riferimento al suo testo recentemente tradotto in italiano “Eccitazione. La logica segreta delle fantasie sessuali” (Milano: Raffaello Cortina Editore, 2018).  Michael Bader è stato allievo e amico di Joseph Weiss. Sulla linea tracciata da Weiss e Sampson, anche il lavoro di Bader è profondamente ispirato alla “Control-Mastery Theory” e ruota intorno al concetto centrale di “credenze patogene” arrivando a proporre un originale modello di approccio terapeutico. Verrà fornita ai partecipanti una bibliografia essenziale di riferimento e di volta in volta saranno indicati alcuni articoli scelti tra quelli indicati. In preparazione di ogni incontro è consigliata la lettura dei testi indicati (mediamente 40-60 pagine per incontro). Ogni incontro si apre con un’introduzione del coordinatore e/o di membri del gruppo concernente il tema del giorno. Gli incontri hanno la durata di due ore e si svolgono di giovedì, dalle ore 17,00 alle ore 19,30 nelle seguenti giornate: 4 aprile, 27 giugno, 19 settembre, 28 novembre. Sede dell’iniziativa: Modena, via A....

Modena, 18 giugno 2019. “Seminari Clinici” di supervisione.

Nell’ambito dell’iniziativa “Seminari Clinici” coordinata da Daniele Vecchi, il giorno 8 giugno 2019 (dalle ore 9,30 alle 12,00),si terrà a Modena un incontro di supervisione e discussione clinica. Daniele Vecchi (Modena) e Dante Comelli (Modena) discuteranno un caso clinico. Psicoterapia e Scienze Umane organizza a Modena,  a Parma e a Bologna per l’anno 2019, un percorso di supervisione denominato Seminari Clinici rivolto a psicoterapeuti, psichiatri, psicologi interessati ad approfondire i temi della clinica, della tecnica e della teoria della tecnica. Il percorso proposto rappresenta un contributo alla costruzione dell’identità terapeutica nella prospettiva della formazione culturale permanente. L’approccio dei Seminari Clinici è orientato alla valorizzazione del confronto teorico-clinico tra posizioni diverse all’interno della psicoanalisi e tra sistemi clinico-concettuali differenti. Per informazioni:...

Soliera (Mo), 8 giugno 2019. Giacomo Marramao e Marianna Bolko ai Seminari d’estate.

    Psicoterapia e Scienze Umane Programma dei Seminari d’estate 2019 8 giugno 2019 Il programma 2019 comprende due seminari che si terranno il giorno 8 giugno.  “La trappola dell’identità” Giacomo Marramao  Giacomo Marramaoinsegna Filosofia teoretica e Filosofia politica all’Università di Roma Tre. Nel dicembre 2018 è stato nominato professore emerito. È stato direttore scientifico della Fondazione Basso di Roma ed è membro del Collége International de Philosophie di Parigi. Tra i suoi saggi, tradotti in diverse lingue: L’ordine disincantato(1985), Minima temporalia. Tempo, spazio, esperienza(1990, n. ed. 2005),Cielo e terra. Genealogia della secolarizzazione(1994), Passaggio a Occidente. Filosofia e globalizzazione(2003, n. ed. 2009), Dopo il Leviatano(2000, n. ed. 2013).    “Un sogno telepatico (e forse precognitivo) durante il percorso psicoanalitico” Marianna Bolko  Marianna Bolko, psicoanalista con formazione presso il Seminario Psicoanalitico di Zurigo (PSZ), co-direttrice della rivistaPsicoterapia e Scienze Umane, esercita come psicoanalista a Bologna dove coordina, da oltre trent’anni, un gruppo di studio sull’adolescenza. È vicepresidente dell’associazione culturale Psicoterapia e Scienze Umane. Recentemente ha pubblicato, con Antonello Armando, “Il trauma dimenticato. L’interpretazione dei sogni nelle psicoterapie: storia, teoria, tecnica” (2017).    Sede del seminario: via Cà Vecchia, 227 – Soliera (Modena). Orario dei seminari: 9,30 – 13,00; 14,30 – 18,00. All’iniziativa possono partecipare tutti gli iscritti a Psicoterapia e Scienze Umane e gli invitati. La partecipazione è gratuita. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Le richieste di partecipazione verranno accettate in ordine di arrivo fino ad esaurimento della disponibilità dei posti. L’iniziativa ha carattere semi-residenziale. Nell’intervallo tra i lavori della mattina e quelli del pomeriggio è previsto uno spuntino a cura dell’organizzazione. La richiesta di partecipazione può...

Bologna, 8 giugno 2019. “Seminari Clinici” di supervisione.

I “Seminari Clinici” sono incontri di supervisione e discussione di casi clinici. Psicoterapia e Scienze Umane organizza a Bologna, per l’anno 2019, un percorso formativo denominato Seminari Clinici di Bologna, rivolto a terapeuti preferibilmente con impostazione formativo/ teorica differente ma con un esperienza clinica in corso. I gruppi sono condotti nell’ambito di una concezione psicodinamica della relazione terapeutica a cui il gruppo offre una specifica amplificazione delle dinamiche transferali e controtransferali che inevitabilmente si attivano nel corso di ogni cura. Le “zone di sordità” del terapeuta aprono, attraverso il gruppo, a nuova possibilità di ascolto. Il prossimo incontro dei “Seminari Clinici” di Bologna si terrà il giorno 8 giugno 2019. L’iniziativa formativa consta di un ciclo di cinque incontri di supervisione e discussione clinica.  Orario: dalle 10,00 alle 13,00 presso “Psicoterapie Studio”, via Ranzani 5/10 . Sono previsiti 5 incontri: 12 gennaio, 9 febbraio, 9 marzo, 11 maggio, 8 giugno 2019 Gli incontri sono condotti da Adriana Grotta (Bologna) e da Euro Pozzi (Bologna). Per...

Peter Cryle: “Osservazioni sulla normalità”.

Peter Cryle. Dopo gli studi presso l’University of Queensland in Australia e un dottorato all’Università di Nizza, Peter Cryle è giunto nel 1973 al Department of French dell’University of Queensland come docente e ricercatore specialista di letteratura moderna francese. Cryle è oggi professore emerito presso l’Institute for Advenced Studies in the Humanities della stessa Università, dove dal 2002 al 2011 ha diretto il Centre for the History of European Discourses. È Cavaliere dell’Ordre des Palmes Académiques di Francia. Tra i suoi libri ricordiamo: The Thematics of Commitment (Princeton, 1985), Geometry in the Boudoir (Cornell, 1992), The Telling of the Act: Sexuality as Narrative in Eighteenth- and Nineteenth-Century France, (Delaware, 2002) and, with Alison Moore, Frigidity: An Intellectual History(Palgrave, 2011). Risultato del suo ultimo progetto di ricerca intrapreso con Elizabeth Stephens è il volume Normality: A Critical Genealogy, uscito nel 2017 per University of Chicago Press. Osservazioni sulla normalità. Nel 2017, in collaborazione con la mia collega Elizabeth Stephens, ho pubblicato una storia della normalità che prova a ricostruire l’evoluzione storica dell’uso della parola “normale,” soprattutto nei contesti francese e inglese. Il presupposto da cui siamo partiti è stato quello di un’analisi discorsiva. Grazie allo studio di una parola attraverso il tempo, volevamo ripercorrere la storia di una idea. La nostra storia inizia circa nel 1820, quando si parlò per la prima volta di “organi normali” in campo anatomico e di “stato normale” nella fisiologia. Il normale non indicava la perfezione nel pensiero classico, ma significava un’“organizzazione” corporale. Ogni organo normale era per definizione al suo posto funzionale. Furono la psicologia e la psicanalisi a parlare verso il 1890, non di organi, ma di soggetti e di persone anormali. Si potrebbe pensare che il binomio normale-anormale sia nato con l’emergenza...