Bologna, 16 ottobre 2021. Alberto Merini e Dante Comelli ai “Seminari Internazionali” di Psicoterapia e Scienze Umane.

Alberto Merini (Bologna) e Dante Comelli (Modena) interviengono ai “Seminari internazionali” di Psicoterapia e Scienze Umane con una relazione dal titolo “Due psicoterapeuti e i migranti. Per non parlare di Freud”.  Il seminario si terrà a Bologna il 16 ottobre 2021 con inizio alle ore 14,30 in sede da definire. Sarà possibile partecipare in presenza o da remoto a seconda delle disposizioni vigenti al momento.   “Noi, due psicoterapeuti la cui formazione si è svolta e si svolge tuttora nell’ambito di Psicoterapia e Scienze Umane, a un certo punto della carriera professionale e non solo, ci siamo trovati a doverci confrontare con un problema nuovo: quello delle persone di cultura altra, i cosiddetti migranti. Il disagio psichico di costoro poteva essere interpretato, affrontato e risolto con i nostri strumenti, costruiti nella e per la cultura occidentale? Sulla risposta a questa domanda ci stiamo ancora interrogando. Qualcosa abbiamo capito, qualcosa abbiamo imparato. Il seminario sarà centrato su questo “qualcosa”. Il titolo della relazione richiama quello del libro di Jerome K. Jerome del 1889 Tre uomini in barca (per non parlar del cane) (Milano: Sonzogno, 1922) e lo abbiamo scelto per sottolineare che, nel lavoro che abbiamo svolto e svolgiamo, la leggerezza, così ben descritta da Calvino, è importante. Calvino osserva che la leggerezza comporta una «sottrazione di peso» (La leggerezza. In: Lezioni americane: sei proposte per il prossimo millennio. Milano: Mondadori, 1988, p. 9). Ora, sottrarre peso a situazioni gravi, ove gli elementi psicologici sono strettamente mescolati con quelli sociali, può facilitare l’emergere spontaneo nei terapeuti di quegli atteggiamenti utili allo stabilirsi del rapporto quali comprensione, accoglienza, ascolto affettivo. La leggerezza non è solo un fatto tecnico appreso ma, almeno nel nostro caso, un elemento importante nella scelta del mestiere. Al termine...

Bologna, 16 ottobre 2021. “Psicopatologia psicoanalitica dell’adolescenza”.

Sabato 16 ottobre 2021: sesto incontro 2021 del Gruppo “Psicopatologia psicoanalitica dell’adolescenza”. Il Gruppo di Studio di “Psicopatologia psicoanalitica dell’adolescenza” è coordinato da Marianna Bolko ed attivo dal 1990. Di anno in anno approfondisce temi legati alla psicopatologia dell’adolescenza definendo ambiti di studio e discussione dei casi clinici. Il programma dettagliato viene programmato dai membri del gruppo. La metodologia di lavoro prevede la definizione della bibliografia di riferimento rispetto al piano di studio individuato, la presentazione a turno da parte dei partecipanti di una breve relazione introduttiva e la successiva discussione del gruppo. I partecipanti che lo richiedono possono concordare la discussione di casi clinici.  Il percorso di lavoro del gruppo si conclude in autunno con la organizzazione di un evento seminariale sul tema approfondito. La conferenza è gratuita e aperta al pubblico. Il tema di studio e ricerca per il 2021 è: “Rischio e tentativo di suicidio in adolescenza”. Gli incontri si svolgono nella giornata di sabato dalle 10.30 alle 12.30, prima dei Seminari Internazionali, a Bologna in sede da definire. Sarà possibile partecipare in presenza o da remoto a seconda delle disposizioni in vigore al momento. Per informazioni contattare la dr.ssa Marianna Bolko...

Modena, 16 settembre 2021. “Cent’anni di gelosia. Dal 1921 al 2021”.

Il giorno 16 settembre 2021 si terrà a Modena, con il coordinamento di Dante Comelli, il terzo incontro dell’anno 2021 del Gruppo di Studio e di Lettura. L’incontro sarà introdotto da un intervento di Dante Comelli (Modena). Il programma 2021 del Gruppo di Studio e di Lettura tratta il tema :“Cent’anni di gelosia. Dal 1921 al 2021. L’interesse della psicoanalisi per la gelosia, dalle origini ad oggi”.  Sono trascorsi giusto cent’anni da quando Sigmund Freud scrisse “Alcuni meccanismi nevrotici nella gelosia, paranoia e omosessualità”. Questo testo viene considerato a buon diritto come l’atto inaugurale dell’interesse della psicoanalisi per la gelosia. Da allora l’indagine psicoanalitica non ha mai cessato di ritornare sul tema, apportando, di volta in volta e nel corso di un secolo, contributi significativi (tra gli altri quelli di Joan Riviere, Daniel Lagache, Melanie Klein, Jaques Lacan).  Filo conduttore della riflessione sul tema della gelosia sarà il testo, pubblicato nel 2020, con il titolo: “La gelosia. Profili di un affetto fondamentale” curato da Riccardo Galiani e Stefania Napolitano, per la casa editrice Alpes. Verrà fornita ai partecipanti una bibliografia essenziale di riferimento e di volta in volta saranno indicati alcuni articoli scelti tra quelli indicati. In preparazione di ogni incontro è consigliata la lettura dei testi indicati (mediamente 40-60 pagine per incontro). Ogni incontro si apre con un’introduzione del coordinatore e/o di membri del gruppo concernente il tema del giorno. Gli incontri hanno la durata di due ore e si svolgono di giovedì, dalle ore 17,00 alle ore 19,30 nelle seguenti giornate: 4 aprile, 27 giugno, 19 settembre, 28 novembre. Sede dell’iniziativa: Modena, via A. Nardi n° 6. Il Gruppo di Studio e di Lettura è coordinato da Dante Comelli. Al Gruppo di Studio e...

Parma, 7 settembre 2021. “Seminari Clinici di Supervisione”

Il giorno 7 settembre 2021, con il coordinamento di  Silvia Marchesini, a Parma si terrà un incontro, nell’ambito dell’iniziativa “Seminari Clinici di Supervisione”. L’incontro avrà luogo dalle 10,30 alle 13,00. Sarà possibile partecipare in presenza o da remoto a seconda delle disposizioni vigenti al momento. Psicoterapia e Scienze Umane organizza a Modena, a Bologna e a Parma, per l’anno 2020, un ciclo di incontri denominato Seminari Clinici di Supervisione rivolto a psicoterapeuti, psichiatri, psicologi interessati ad approfondire i temi della clinica, della tecnica e della teoria della tecnica. Il percorso proposto rappresenta un contributo alla costruzione dell’identità terapeutica nella prospettiva della formazione culturale permanente. L’approccio dei Seminari Clinici è orientato alla valorizzazione del confronto teorico-clinico tra posizioni diverse all’interno della psicoanalisi e tra sistemi clinico-concettuali differenti. L’iniziativa formativa consta di un ciclo di cinque incontri di supervisione e discussione clinica. La supervisione verte principalmente sulla relazione terapeutica, secondo una concezione psicodinamica della terapia. Gli incontri iniziano con la presentazione di un caso clinico. Il filo conduttore della supervisione è costituito dai movimenti transferali e controtransferali che si attivano nel gruppo. Di conseguenza il processo di supervisione tende a configurarsi come pratica di plurivisione e di parivisione. Per informazioni contattare: Silvia...

Modena, 29 giugno 2021. “Seminari Clinici di Supervisione”.

Nell’ambito dell’iniziativa “Seminari Clinici di Supervisione” di Psicoterapia e Scienze Umane, coordinata da Daniele Vecchi, il giorno 29 giugno 2021 (dalle ore 9,30 alle 12,30),si terrà un incontro di supervisione e discussione clinica. Sede degli incontri: via Nardi, 6 – Modena. Sarà possibile partecipare in presenza o da remoto a seconda delle disposizioni vigenti al momento. Psicoterapia e Scienze Umane organizza a Modena, per l’anno 2021, un percorso formativo denominato Seminari Clinici di Supervisione  rivolto a psicoterapeuti, psichiatri, psicologi interessati ad approfondire i temi della clinica, della tecnica e della teoria della tecnica. Il percorso proposto rappresenta un contributo alla costruzione dell’identità terapeutica nella prospettiva della formazione permanente. L’approccio dei Seminari Clinici è orientato alla valorizzazione del confronto teorico-clinico tra posizioni diverse all’interno della psicoanalisi e tra sistemi clinico-concettuali differenti. L’iniziativa formativa consta di un ciclo di cinque incontri di supervisione e discussione clinica. La supervisione verte principalmente sulla relazione terapeutica, secondo una concezione psicodinamica della terapia. Durante gli incontri verranno presentati due casi clinici. Il filo conduttore della supervisione è costituito dai movimenti transferali e controtransferali che si attivano nel gruppo. Di conseguenza il processo di supervisione tende a configurarsi come pratica di plurivisione e di parivisione. Per informazioni:...